Home
Ubicazione Ranch
Trekking prealpino
Trekking alpino
Materiale  MW
Conoscere
Alimentazione
Consigli pratici
Formazione  nodi
Storia del West
Trekking 4x4
Viaggi 4x4
Motoslitte
Musica country
Link
Guest Book
 


L'abbigliamento personale : 

In ogni sport, disciplina o Hobbies l'abbigliamento adatto determina la caratteristica di quello sport e ne evidenzia l'attuazione.
Nella MONTA WESTERN e nelle attività Ranching le caratteristiche dell'abbigliamento sono fondamentali per la caratterizzazione dell'insieme Cavallo-Cavaliere, così come in qualsiasi altro stile di monta o disciplina equestre. In più; la "Philosophy" che distingue la Western Horsemaship offre particolare attenzione per l'ambiente naturale e impone quel suo abbigliamento che consente praticità e sicurezza nel cavalcare e nel lavoro e quell' inconfondibile carattere all' estetica della tradizione Western.
Invitiamo a considerare IMPORTANTE e dignitoso avere il proprio CAPPELLO www.texashatters.com  e gli STIVALI WESTERN www.corralboots.com , unitamente a pantaloni Wrangler www.wranglerwestern.co , camice a manica lunga, Jacket, guanti ed eventuali Chaps (molto utili per i rovi e la pioggia). 

 

MATERIALE UTILE PER UN TREKKING A CAVALLO:

MATERIALE PERSONALE: Come base un buon zaino, se possibile idoneo per l'equitazione. In sostituzione del zaino, si possono fissare delle bisacce su ambo i lati della sella; anteriormente e posteriormente chiamato saddlebags. L'equipaggiamento dunque dipende da molti fattori. In montagna bisogna sempre essere pronti a tutto. Tutt'altro: essere pronti non vuol dire avere il zaino o bisacce pesanti,ma avere le cose giuste al momento giusto. Un metodo potrebbe essere il seguente: dovete pensare a cosa vi potrebbe essere utile e a cosa potreste rinunciare, poi dovete fare una lista e controllare che il peso totale rimanga al di sotto del livello da voi fissato. Questo vale sia per il cavaliere portarlo personalmente ma va ragionato sia per il cavallo, avendo da trasportare il peso totale. Una piccola farmacia pronto intervento anche per il cavallo, che comprende un rotolo di fascia elastica/adesiva, garza, laccio emostatico, anestetico crema o liguido, ago e filo per suturare (solo abilitati all'uso), disinfettante e altro di utile. Cannocchiale, cartine topografiche, piccolo scalimetro, GPS con relative batterie di riserva, telefonino, coltello, fotocamera, accendino tipo Zippo, tenda leggera tipo canadese compreso sacco leggero a pelo, lazzo, vestiario di ricambio adeguato alle stagione e raccomando d'obbligo una copertina per la copertura del cavallo, per asciugarlo dalla sudorazione. Piccolo set arnesi per sferratura cavallo pure ev. un cordino di veri metri. Piccolo set camping di cucina a gas per ev. bivacchi senza fuoco. Il materiale più importante  riguardo la sicurezza per i due partecipanti (cavaliere e cavallo, trovo che sia il telefonino  e il GPS; questi abbinati possono dare un pronto intervento preciso e immediato specialmodo per l'atterraggio di un elicottero.  

ATTREZZATURA CAVALLO: L'attrezzatura del cavallo deve essere idonea e nello stesso tempo robusta per praticare il trekking in alta montagna. Naturalmente presento l'attrezzatura per la Monta Western, che personalmente la trovo più idonea per la pratica del trekking a cavallo.Innanzitutto il seggio della sella americana www.vaqueroshop.ch  é più confortevole per il cavaliere, anche se il suo peso supera la sella inglese. Pure per il cavallo la superficie d'appoggio é maggiore sulla schiena, risultato che questa aderisce maggiormente. Un'ottima sella e sottosella donano sollievo al cavallo e cavaliere e abbinando la guida alla Monta Western; dona tranquillità e sicurezza. Molto importante fissare bene senza stringere il pettorale alla sella, non lasciandola scivolare all'indietro durante le forti salite, cosigliabile mettere anche il sottopancia posteriore, facendo non sobbalzare la sella. La testiera é consigliabile una semplice con un morso medio a leva dolce snodato, con redini lunghe distinte. Da abbinare alla testiera raccomando una piccola capezzina. Interessante anche fare trekking con il bosal, sempre se il cavallo é abituato a questo attrezzo da lavoro. Riguardo alle gambe zona stinco, consiglio mettere delle sticchiere in neoprene robusto, per proteggere da eventuali colpi dovuti a rami e sassi. Le ferrature devono essere ben fissate e applicate a caldo; dando un appoggio piano e omogeneo. Essa deve essere equipaggiata con delle piccole puntine, fissate alle due estremità. Le puntine in acciaio vidia, sono ideali per un terreno sassoso e duro, tipico nelle zone montagnose. Sconsigliabile la ferratura in alluminio, la loro struttura é debole e forte la sua usura. Sconsiglio pure anche di mettere ev. ramponi, questi sono ideali per l'inverno abbinati con i snow-grip. www.westernreitartikel.ch    


BIVACCO: La scelta per un bivacco é importante, sia per il cavaliere e il cavallo. Innanzitutto consiste ad avere una buona tenda e tutto l'occorrente appunto per formare un bivacco anche di più giorni. Il punto prescelto deve essere al riparo dal sole e dal vento, osservare anche per ragioni di sicurezza se il telefonino si trova nella zona di copertura per la ricezione. Possibilmente rimanere dove vi sono piante, per poter attaccare il cavallo e per proteggersi dai raggi solari. Scegliere se é possibile di essere nelle vicinanze di un piccolo torrente o sorgenti. Osservare di essere distanti da pietraie e roccia, per il pericolo di ev. serpenti, quale la temuta vipera aspis. Il terreno deve essere pianeggiante, una superficie anche minima per sostare il cavallo e la tenda. Sistemare a norma di sicurezza il fuoco a buco di serratura, questo sistema é il più ideale per un trekking. Alla formazione della brace quest'ultima viene spinta verso il centro zona di cottura mantenendo così una temperatura abbastanza uniforme. Raccomando alla partenza spegnere sempre il fuoco, onde evitare spiacevoli inconvenienti. Per un bivacco notturno all'aperto importante portarsi con se un sacco a pelo termico per dormire a dipendenza della stagione. Per fissare il cavallo durante la notte con sicurezza, tendere il lazzo da una pianta all'altra ad un'altezza oltre il garrese del cavallo; attaccandovi a sua volta un moschettone con una lunghina. Il fissaggio rimane scorrevole ove il bivacco dissellare sempre il cavallo e mettergli ev. se sudato una copertina traspirante. Sconsiglio di mettere le pastoie, questo accessorio  pericoloso su terreni sconnessi e specialmente in montagna.

Fare un bivacco alpino in una silenziosa vallata accarezzata dal solo gorgogliare di un ruscello, elimina tutte le fatiche accumulate durante la giornata. E vedere pascolare il proprio compagno equino sempre sotto controllo é una grande sensazione e segno di fiducia in questo nobile animale.

La struttura della sella americana é molto robusta, studiata specialmente per il lavoro al bestiame e per lunghi spostamenti a cavallo. La sua forma é studiata per dare il maggior confort al cavaliere e stabilità su terreni sconnessi e durante il raduno del bestiame detto cutting. Naturalmente la forma più famosa della sella americana é il pomo. Quest'ultimo é studiato per trattenere delle trazioni enormi e anche per trattenersi su eventuali pendii e discese. La sua forma é studiata per arrotolare il lazzo quando si é alle prese con un bovino in generale giovane. Per attutire lo strappo tra il vitello e il cavallo il lazzo scorre con forza su questo geniale  accessorio. Ma attenzione non tutte le selle americane sono idonee per il lavoro, quindi la scelta é sempre in base al bisogno del cavaliere. Le selle per il cutting sono naturalmente molto più robuste e specialmodo il pomo, che deve trattenere come già spiegato forti trazioni durate il lavoro del cowboy.  


La sezione del bollitore " Volcano Kettle "  di produzione americana. Lo trovo un'ottimo brevetto e molto utile per il trekking a cavallo. Utilissimo da usare specialmente se nel bivacco c'é molto vento, essendo il suo braciere nascosto nel fondo del bollitore. Con pocchissima legna o arbusti si può arrivare velocemente al riscaldamento e addirittura all'ebolizione del liquido che si trova sopra perimetralmente al bollitore. 

Questo utilissimo bollitore da trekking lo si può usare con qualsiasi tempo, neve, forte pioggia e vento dando nessun problema. Molto leggero, robusto e poco ingombrante. Vi sono 2 modelli riguardo il suo contenuto liquido. La parte superiore é movibile dal fondo onde mettere il materiale da ardere. www.kellykettle.com

 Il buon cowboy pronto per un'uscita a cavallo con la sua attrezzatura base, una buona sella western, ottimi finimenti e il lazo che può servire per trascinare ev. po' di legna da mettere al camino oppure per far pascolare il cavallo quale lo uso per recinzione volante tra una panta e l'altra. Importante anche gli indumenti del cavaliere che devono essere comodi e caldi o freschi in base alla stagione. Dietro vediamo l'inseparabile Defender (Land Rover) mezzo da battaglia per ogni terreno e stagione.                                                                                                        

La mia sella americana che uso da molti anni per i trekking alpini é la famosa Billy Cook .

Un piccolo dipinto al carboncino " Trekcavallo " .

  Top